AFFIDAMENTO GESTIONE DELL’ASILO NIDO E CENTRO GIOCO EDUCATIVO “ LA GIOSTRA DEI COLORI “ SITO IN SAN ROMANO IN GARFAGNANA

COMUNE DI SAN ROMANO IN GARFAGNANA
PROVINCIA DI LUCCA
AVVISO DI SELEZIONE
AFFIDAMENTO  GESTIONE DELL’ASILO NIDO E CENTRO GIOCO EDUCATIVO ” LA GIOSTRA DEI COLORI ” SITO IN SAN ROMANO IN GARFAGNANA 
Codice CIG.  N.  03392115C4
Il Comune di San Romano in Garfagnana indice una procedura selettiva riservata a  soggetti  qualificati per la gestione del servizio in oggetto.
1 – STAZIONE APPALTANTE: Comune di San Romano in Garfagnana (LU), Via Roma n. 9 – 55038 – SAN ROMANO IN GARFAGNANA (LU) – Telef. 0583/613181, Fax 0583/613306 – E-Mail segreteria@comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it — Internet www.comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it
2 – OGGETTO DELL’APPALTO
Gestione dell’asilo nido e  Centro Gioco Educativo  comunale ” LA GIOSTRA DEI COLORI ” presso l’edificio di proprietà comunale situato in San Romano in Garfagnana – Viale E. Mattei n. 1  .
Le condizioni e modalità  di effettuazione del servizio sono specificate nel Capitolato Speciale d’Appalto.
  Categoria  24  dell’Allegato II B del D. Lgs.vo 12.04.2006, n. 163.
2.1 –  Luogo di prestazione dei servizi: San Romano in Garfagnana – Viale E. Mattei n. 1 – sede dell’asilo nido e  Centro Gioco Educativo.
3 –  DURATA DELL’AFFIDAMENTO: L’Affidamento avrà durata di anni uno, con inizio dal 01.09.2009 e termine   31.08.2010.
E’ facoltà dell’Ente Appaltante prorogare la durata dell’appalto per anni 1, uno, alle stesse condizioni dell’appalto in corso, e nel rispetto della normativa vigente.
4 –  IMPORTO dell’APPALTO   
Importo presunto  massimo annuo Euro 167.000,00, oltre IVA  
5 – PROCEDURA DI GARA: Affidamento di servizi rientranti tra quelli elencati nell’allegato II B – (art. 20 D. Lgs.vo 12.04.2006, n. 163) , da espletarsi mediante procedura aperta. Ai sensi dell’art 20 dello stesso D. Lgs.vo 163/06  alla procedura selettiva sono applicabili solo gli artt. 68, 65 e 225 del Codice dei Contratti, che  sarà  inoltre applicato soltanto per quanto espressamente richiamato dal presente Avviso di selezione e dalla documentazione di gara.
Determina a contrattare n.  41   del  29.06.2009
5.1 – CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE: L’aggiudicazione avverrà in favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa  valutabile in base ai criteri di seguito schematicamente elencati e come esattamente precisati nel Capitolato Speciale d’Appalto.
•A)       Valutazione della qualità dell’Offerta                          Punti               70
•B)     – Valutazione dell’Offerta economica                                         Punti               30 
L’aggiudicazione viene effettuata a favore della Impresa che avrà riportato il punteggio complessivo più alto.
– Anomalia Offerte -Si procederà alla verifica della anomalia delle offerte ai sensi artt. 86 e seguenti D. Lgs.vo  163/06
6- Soggetti : Sono invitati a presentare offerta tutti i soggetti di cui all’art. 34 D.Lgs. 163/06, costituititi da imprese singole, riunite o consorziate ex artt. 35, 36 e 37 D.Lgs.163/06, ovvero che intendano riunirsi o consorziarsi ex art. 37 comma 8 D.Lgs.163/06 in possesso dei requisiti previsti dal presente avviso.
6.1- RAGGRUPPAMENTI TEMPORANEI DI IMPRESE
E’ ammessa la partecipazione di Imprese appositamente e temporaneamente raggruppate ai sensi dell’art. 37 D. Lgs.vo n. 12 aprile 2006, n. 163 e secondo quanto disposto nel Disciplinare  di gara.
7 – REQUISITI per La PARTECIPAZIONE: I soggetti di cui al precedente art. 6 interessati devono possedere i requisiti di seguito specificati:
7.1 Capacità giuridico – Morale:
•1.       Inesistenza di tutte le cause di esclusione dalla gara previste dall’art. 38 D. lgs.vo n. 163/2006 e precisamente sono escluse le imprese:
a)   che si trovano in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o nei cui confronti sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  • b) nei cui confronti e’ pendente procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art. 3 della Legge 27.12.1956, n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’articolo 10 della Legge 31 maggio 1965, n. 575;
  • c) nei cui confronti e’ stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del Codice di Procedura Penale per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale; – nei cui confronti non e’ stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari citati all’articolo 45, paragrafo 1, Direttiva CE 2004/18;
                  Relativamente alle lettere b) e c) del punto 1, ai sensi dell’art. 38, comma 1 lett. b) e c) D.- Lgs.vo n. 163/06, l’esclusione ed il divieto  operano nei confronti del titolare o direttore tecnico in caso di impresa individuale; del socio  o del direttore tecnico in caso di società in nome collettivo; dei soci accomandatari o del direttore tecnico  in caso di  società in accomandita semplice; degli amministratori muniti di poteri di rappresentanza o del direttore tecnico in caso di altro tipo di società.
  • d) che hanno violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’art. 17 della L. 19.03.1990, n. 55;
  • e) Che hanno commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio;
  • f) Che, secondo motivata valutazione della stazione appaltante, hanno commesso grave negligenza o malafede nella esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara o che hanno commesso un errore grave nell’esercizio della propria attività professionale, accertato con qualsiasi mezzo di prova da parte della stazione appaltante;
  • g) che hanno commesso violazioni, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o del paese in cui l’Impresa e’ stabilita;
  • h) Che, nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara hanno reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara, risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio;
  • i) che hanno commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui l’Impresa e’ stabilita;
  • j) nei cui confronti e’ stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’art. 9, comma 2, lett. c), del D. Lgs.vo 08.06.2001, n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
•2.       Insussistenza di situazioni interdittive alla contrattazione con la Pubblica Amministrazione e alla partecipazione a gare pubbliche, a seguito di provvedimento adottato dal Ministero delle Infrastrutture ai sensi dell’art. 36 bis del D.L. 223/06 convertito in L. 248/06;
•3.       Regolarità disciplina emersione progressiva di cui all’art. 1 bis, c. 14, L. 283/2001;
•4.       Insussistenza rapporti di controllo e collegamento ai sensi art. 2359 C.C. con altri concorrenti alla stessa gara nonché inesistenza di forme di collegamento sostanziale;
•5.       non aver  commesso gravi infrazioni debitamente accertate in materia di sicurezza ed ogni altro obbligo derivante dai rapporti di lavoro ed impegno all’applicazione ai propri soci e lavoratori del CCNL di lavoro di settore  (come previsto dalla L. 328/2000)
La pro           La prova del possesso dei requisiti di idoneita’ giuridica di cui al punto  viene fornita dal concorrente – a pena esclusione – presentando le dichiarazioni sostitutive di certificazione e di notorietà ai sensi degli artt. 38, 46 e 47 DPR 445/2000, utilizzando il Modulo Allegato “A”, predisposto dalla stazione appaltante e comunque con le modalità, le forme ed i contenuti previsti nel Disciplinare di gara.
7.2 -Capacita’ Tecnico – professionale
a) Iscrizione nel Registro CCIAA o equivalente registro Stato appartenenza per la voce: “Servizi Socio – Educativi” o analoga iscrizione che consenta l’effettuazione del servizio oggetto del presente appalto.
b) (per Cooperative Sociali) Iscrizione all’Albo Regionale delle Cooperative Sociali  o dei consorzi di Cooperative
c)(per Cooperative) : Iscrizione all’Albo Nazionale delle Cooperative ai sensi D. Lgs.vo 02.08.2002, n. 220;
d) Esecuzione nell’ultimo triennio (2006 -2008)  di servizi con caratteristiche similari a quelli oggetto della presente gara, svolti regolarmente e con buon esito in favore di enti pubblici o privati, di importo  pari o superiore ad € 300.000,00, IVA esclusa.
– A dimostrazione del requisito nell’elenco suddetto dovranno essere indicati i relativi contratti con importi, luoghi di esecuzione, data di inizio ed eventuale data di ultimazione ed i nominativi dei committenti, pubblici o privati degli stessi.
– Il requisito di cui al punto 7.2 lett. a) deve essere posseduto da ogni singola impresa costituente il R.T.I.
– Il requisito richiesto al precedente punto 7.2  lett. d) dovrà essere posseduto e dichiarato da ciascuna impresa partecipante al R.T.I. pro – quota in misura  percentuale minima pari a quella di partecipazione al raggruppamento, fatto salvo comunque il raggiungimento da parte del R.T.I. dell’ammontare complessivo del requisito.
La Capogruppo dovrà  possedere il requisito nella misura minima del 60%.
Al R.T.I.  e’ assimilato il Consorzio di concorrenti ex art. 2602 C.C. .
In caso di Consorzi stabili costituiti anche in forma di società consortili ai sensi dell’art. 2615 -ter C.C. il requisito dovrà essere riferito al Consorzio.
7.3 -Capacità Economico – Finanziaria
a)  presentazione di almeno UNA Dichiarazione bancaria rilasciata da almeno un Istituto Bancario attestante la stabilità finanziaria del soggetto.
b)  Fatturato globale di impresa  realizzato nel corso degli ultimi tre esercizi (2006 – 2007 – 2008) non inferiore ad €. 700.000,00  IVA esclusa, di cui un fatturato netto specifico nel settore oggetto della gara,  realizzato negli ultimi tre esercizi  (anni 2006 – 2007 – 2008),   non inferiore ad €.  300.000,00 IVA esclusa. 
– La dichiarazione bancaria richiesta al punto 7.3, lettera a), dovrà essere posseduta da ogni Impresa partecipante al Raggruppamento.
– Il requisito di cui al punto 7.3  lettera b) – importo  fatturato – dovrà essere posseduto e dichiarato da ciascuna impresa partecipante al R.T.I. in misura percentuale minima pari a quella di partecipazione. L’impresa capogruppo dovrà comunque possedere il  requisito di ammissione nella misura minima del 60%; la restante percentuale dovrà essere posseduta cumulativamente dalla/e impresa/e mandante/i. o altre consorziate fino al raggiungimento del requisito richiesto.
– Al R.T.I. e’ assimilato il Consorzio ex art. 2602 C.C. di concorrenti.
                    – In caso di Consorzi fra società di cooperative di produzione e lavoro, Consorzi fra imprese artigiane e Consorzi Stabili, anche costituiti in forma di società consortili, il requisito sarà valutato con riferimento all’intero consorzio.
In ogni caso i requisiti posseduti dal complesso delle imprese riunite devono essere almeno pari a quelli globalmente richiesti dalla stazione appaltante. L”Ente  Delegato si riserva la facoltà di verificare la sussistenza dei requisiti dichiarati.
7.4 In caso di partecipazione alla gara di un soggetto risultante da procedimento di fusione od incorporazione di altra Società i requisiti di capacità tecnico – professionale ed economico – finanziaria  sia in relazione alla ammissione alla gara  sia in relazione alla attribuzione dei punteggi di cui al punto 6 del Capitolato d’Appalto saranno valutati con riferimento alla complessiva capacità del soggetto come risultante dalla fusione od incorporazione.
8 – MODALITA’, TERMINE  RICEVIMENTO e APERTURA OFFERTE:
8.1 – L’Offerta, redatta secondo le modalità indicate nel Disciplinare di gara, dovrà pervenire al seguente indirizzo, pena l’esclusione dalla procedura: Comune di SAN ROMANO IN GARFAGNANA – Ufficio Protocollo – Via Roma n. 9 – 55038 – SAN ROMANO IN GARFAGNANA  (LU)  –  entro e non oltre le ore  12  del giorno  21.07.2009
8.2 – Apertura offerte:   Ore 10.00  del giorno  22 luglio 2009 , nella sede comunale
9- CAUZIONI:  Cauzione Provvisoria: Le Imprese partecipanti dovranno presentare una cauzione provvisoria, pari a 2% dell’importo posto a base di gara secondo quanto previsto dall’art. 75 D.Lgs.vo n. 163/06 e come meglio specificato nel Disciplinare di gara. – Cauzione Definitiva:  L’aggiudicatario del contratto dovrà presentare cauzione definitiva ai sensi art. 113, c. 1, D. Lgs.vo n. 163/2006 a garanzia del 10% dell’importo netto contrattuale.
10- MODALITA’ DI FINANZIAMENTO: fondi  ordinari bilancio. Pagamenti:  come da capitolato .
11- DOCUMENTAZIONE
Il presente avviso, il Capitolato d’Appalto  e la relativa modulistica necessaria per la partecipazione alla gara e’ disponibile :
•·         all’albo pretorio del Comune di San Romano in Garfagnana
•·         sul sito internet del Comune all’inidirizzo http://www.comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it/
•·         la documentazione può essere ritirata presso l’Ufficio Segreteria del Comune di San Romano in Garfagnana nei giorni  feriali, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.30
•·         richiesta all’indirizzo internet segreteria@comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it
•·         si effettua servizio fax 
L’avviso relativo ai risultati della procedura di affidamento della gestione dell’asilo nido e centro gioco educativo sarà pubblicato :
•·         all’albo pretorio del Comune di San Romano in Garfagnana
•·         sul sito internet del Comune all’inidirizzo http://www.comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it/
12-  ALTRE INFORMAZIONI – L’Amministrazione si riserva il diritto di procedere alla aggiudicazione del servizio anche in caso di presentazione di una sola offerta valida purché ritenuta rispondente alle caratteristiche del servizio richiesto e congrua nei valori economici offerti.
– L’Amministrazione si riserva in ogni caso la facoltà di non procedere alla aggiudicazione definitiva qualora insorgano motivate esigenze di interesse  pubblico.
– I concorrenti per il solo fatto di partecipare alla gara accettano esplicitamente  ed interamente le condizioni, i vincoli e gli obblighi e le clausole stabilite dal presente bando di gara, dal capitolato speciale d’appalto e dalla documentazione di gara, nessuna esclusa.
13. – Sopralluogo –
Non obbligatorio per la partecipazione alla gara. Le Ditte che comunque intendessero prendere visione dei locali oggetto del servizio dovranno farne richiesta all’Ufficio Scuola dell’Ente (Telef. 0583/613181) per concordare data e luogo del sopralluogo. Al sopralluogo dovrà partecipare il titolare o legale rappresentante dell’Impresa o dipendente della ditta munito di apposita delega redatta nelle forme di legge
14 – Tutela della privacy e dati sensibili
Ai sensi dell’art. 13 del DLgs. 196/2003, si informa che i dati personali forniti e raccolti in occasione del presente procedimento verranno:- utilizzati esclusivamente in funzione e per i fini del presente procedimento – conservati fino alla conclusione del procedimento presso l’Ufficio Segreteria del Comune di San Romano in Garfagnana – Via Roma n.9
15.  Responsabile Procedimento: Responsabile del Procedimento: Rag. Crudeli Stefania – (Tel. 0583/613181)
•-         Informazioni procedura gara: Ufficio Segreteria Comune di San Romano in Garfagnana (Telef. 0583/613181 )
       e-Mail : segreteria@comune.san-romano-in-garfagnana.lu.it – dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 13.30.
San Romano in Garfagnana, lì 29.06.2009
                                                   Il  Responsabile Ufficio Segreteria
                                                   ( Rag. Crudeli Stefania )    
Scarica gli allegati
all-b_.pdf
capitolato-anno-2009f.pdf
disciplinare-di-selezione.pdf
domanda-partecipazione-autocertificazione-all-a.pdf

offerta-all-c_.pdf

 
            

L’Amministrazione Comunale di San Romano in Garfagnana bandisce il 1° concorso “ Buffardello e il mondo magico”

buffar1__rosso_2.JPGbuffar1__rosso_2.JPGPerche’ un concorso sul “Buffardello”? “…In Garfagnana il folletto per eccellenza è il Buffardello, un essere fantastico, dispettoso , malizioso e un po’ maligno. La notte è il suo regno, di giorno è difficile vederlo; un vecchio detto popolare dice che il Buffardello appare solo ai garfagnini puri di spirito! E sicuramente i bambini e i ragazzi, garfagnini e no, hanno ancora uno spirito puro e quindi una maggiore speranza di incontrare il Buffardello, gli nomi, gli elfi, i folletti e tutti glia altri abitanti del mondo magico…almeno nella loro fantasia.

Il concorso vuol quindi essere l’ occasione per entrare in un mondo di sogno e fantasia,di scherzo e irrealtà che consenta ai ragazzi di fermarsi a sentire le proprie emozioni interiori esprimendole con originalità di pensiero e creatività, coniugando il gioco con la storia e la tradizione.

Possono essere presentati lavori in forma scritta (elaborati in versi, in prosa, rime, filastrocche, stornelli , giochi di parole, giornalini di classe, racconti, storie e idee per un mondo fantastico anche in formato multimediale) o elaborati in forma grafico pittorica (disegni, fumetti o rappresentazioni grafiche realizzate con vari mezzi, strumenti e libero materiale).

Scarica qui sotto il bando in formato PDF

Bando “Buffardello e Mondo Magico”

1 9 10 11